Villaggi Rurali

La riforma agraria del 1950 mirava a sviluppare aree depresse e frenare l'emigrazione. San Giovanni in Fiore, il più grande territorio in Calabria e Sila, ha visto la creazione di 5 villaggi rurali autosufficienti per famiglie contadine.

Descrizione

Con l’attuazione della riforma agraria nel 1950, strumento economico per lo sviluppo dei territori depressi, attuato nell’immediato dopoguerra per il contrasto dell’emigrazione, vennero realizzati alcuni villaggi rurali da destinare a famiglie contadine che in quei villaggi avrebbero coltivato e gestito un pezzo di terra, come mezzo di sostentamento economico. Il territorio di San Giovanni in Fiore, essendo il più grande della Calabria, e dunque di tutta la Sila, venne fortemente investito dalla riforma agraria, che destinò alla città di San Giovanni in Fiore, la realizzazione di 5 villaggi rurali, alcuni dei quali, quasi autosufficienti, ovvero non bisognosi di eccessivi legami con la “città-madre” poiché dotati dei servizi base (per l’epoca), quali scuole e uffici di primo soccorso. Questi 5 villaggi sono: Villaggio CagnoVillaggio GermanoVillaggio RovaleVillaggio Serrisi e Villaggio Pisani.

Modalità di Accesso

Per avere informazioni dettagliate e aggiornate, suggeriamo di contattare direttamente l'ente o l'organizzazione che gestisce l'ufficio turistico locale.

descrizione immagine

Contatti

Comune di San Giovanni in Fiore
Telefono

0984 977111

Fax

0984 991317

PEC

protocollogenerale@pec.comune.sangiovanniinfiore.cs.it

Luogo

San Giovanni in Fiore (CS), 87055, San Giovanni in Fiore (CS)

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri