Comunicato stampa «Insieme alla Fondazione Roberta Lanzino, nello storico Palazzo Romei, che diventerà la Cittadella del Volontariato

Dettagli della notizia

La sindaca di San Giovanni in Fiore, Rosaria Succurro, firma un protocollo di intesa con Franco Lanzino per aprire uno sportello contro la violenza sulle donne al Palazzo Romei diventato la "Cittadella del Volontariato". Si tratta di promuovere l'integrazione, contrastare exclusione, abusi e discrimianzioni, con

Data:

18 Maggio 2021

Tempo di lettura:

Descrizione

«Insieme alla Fondazione Roberta Lanzino, nello storico Palazzo Romei, che diventerà la Cittadella del Volontariato, a breve apriremo uno sportello per combattere la violenza sulle donne, per tutelare i loro diritti ed anche per sostenere le madri in difficoltà e aiutare i minori». Lo afferma, in una nota, la sindaca di San Giovanni in Fiore, Rosaria Succurro, che a riguardo ha firmato un protocollo di intesa con Franco Lanzino, padre di Roberta, diciannovenne uccisa il 26 luglio del 1988, mentre stava andando al mare, a San Lucido (Cosenza). «L’impegno, la credibilità, l’esperienza e la serietà della Fondazione Lanzino – prosegue Succurro – ci aiuteranno a lavorare in un ambito molto delicato, a favore delle donne e dei bambini della nostra comunità. L’amministrazione comunale pone al centro la tutela dei diritti e la difesa dei più deboli. Crediamo molto nella collaborazione con la società civile e il volontariato. Anche nella nostra città ci sono situazioni di disagio economico e sociale all’interno delle famiglie, con diversi problemi per le donne, specie giovani e adolescenti. Perciò – sottolinea Succurro – era doveroso agire in concreto, era necessario attivare un punto di ascolto e di intervento, collegato alla struttura della Fondazione Lanzino, per tutte le donne e i piccoli che dovessero subire violenza o che non avessero condizioni di libertà e di realizzazione personale». «Ringrazio la Fondazione, i dipendenti dei Servizi sociali e l’intera giunta municipale, per la sensibilità e la volontà – conclude la sindaca Succurro – dimostrate in proposito, anche sui temi dell’eguaglianza, della dignità e della libertà umane. Si tratta di operare contro ogni forma di discriminazione, di abuso e di violenza; di contrastare l’esclusione sociale e di promuovere la cultura dell’integrazione e la pratica della solidarietà».

Ultimo aggiornamento: 18/05/2021, 00:00

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri